I’m Vincenzo

Sono un fotografo di matrimoni, anche se molti non amano questa definizione, io amo quello che faccio.

Tutto è cominciato nel 2000 ero un quattordicenne poco avvezzo alla vita scolastica, ai libri, ai quaderni e alle cartelle da 4 kg. Non ero mai stato un mago della comunicazione e ogni volta le parole non dette erano le uniche che riuscivo a scegliere bene. Quando queste però, iniziarono ad essere ingombranti, compresi che dovevo in qualche modo liberarmene, ma con la penna e con la bocca non ebbi fortuna.

A soli 16 anni avevo sviluppato un mio linguaggio e una mia visione, molti furono gli anni di gavetta raccontando eventi per conto di uno studio fotografico, e continuando a coltivare la passione per la fotografia e il video mi diplomai in Geometra.

Ho partecipato negli anni a workshop di formazione professionale con alcuni affermati fotografi italiani e internazionali, migliorando la mia tecnica e aumentando sempre di più la mia passione.

Il 2011 fu un anno fondamentale perché fondai il mio primo studio a Nicosia (En), i miei racconti piacevano e le coppie più esigenti, quelle stanche delle foto posate, eccessivamente studiate, calcolate, sceglievano le espressioni vere raccontate nei miei album di nozze.

Le foto sono ancora il mio strumento di comunicazione, ho solo cambiato le “penne” in questi anni. Le persone che si rivolgono a me son quelle che vogliono vedere l’anima ritratta non le pose improbabili, che amano la fotografia almeno quanto me e che non considerano il fotografo di matrimonio come una presenza necessaria da ostentare per gli invitati. Sono quelle persone che non vogliono apparire ciò che non sono, quelle persone che vogliono che i loro momenti speciali siano ritratti nel modo più semplice e meno invadente possibile affinché ogni istante possa essere reso indimenticabile.

La mia pluriennale esperienza mi ha poi permesso di realizzare servizi in giro per l’Italia, arrivando anche in Germania, Caraibi e New York, quindi mi hanno dato la possibilità di misurarmi con culti e tradizioni diverse dalla nostra.

Cerco di raccontare ogni storia in modo semplice, naturale ed elegante, come la sento e la vivo.

Mi piace pensare che la mia storia sarà un ricordo per sempre nella vita di qualcuno. Adoro questo lavoro perché, in realtà, per me non è un lavoro e, come qualcuno dice: “Adora il tuo lavoro e non lavorerai mai un giorno della tua vita”.

I’m Vincenzo

Sono un fotografo di matrimoni, anche se molti non amano questa definizione, io amo quello che faccio.

Tutto è cominciato nel 2000 ero un quattordicenne poco avvezzo alla vita scolastica, ai libri, ai quaderni e alle cartelle da 4 kg. Non ero mai stato un mago della comunicazione e ogni volta le parole non dette erano le uniche che riuscivo a scegliere bene. Quando queste però, iniziarono ad essere ingombranti, compresi che dovevo in qualche modo liberarmene, ma con la penna e con la bocca non ebbi fortuna.

A soli 16 anni avevo sviluppato un mio linguaggio e una mia visione, molti furono gli anni di gavetta raccontando eventi per conto di uno studio fotografico, e continuando a coltivare la passione per la fotografia e il video mi diplomai in Geometra.

Ho partecipato negli anni a workshop di formazione professionale con alcuni affermati fotografi italiani e internazionali, migliorando la mia tecnica e aumentando sempre di più la mia passione.

Il 2011 fu un anno fondamentale perché fondai il mio primo studio a Nicosia (En), i miei racconti piacevano e le coppie più esigenti, quelle stanche delle foto posate, eccessivamente studiate, calcolate, sceglievano le espressioni vere raccontate nei miei album di nozze.

Le foto sono ancora il mio strumento di comunicazione, ho solo cambiato le “penne” in questi anni. Le persone che si rivolgono a me son quelle che vogliono vedere l’anima ritratta non le pose improbabili, che amano la fotografia almeno quanto me e che non considerano il fotografo di matrimonio come una presenza necessaria da ostentare per gli invitati. Sono quelle persone che non vogliono apparire ciò che non sono, quelle persone che vogliono che i loro momenti speciali siano ritratti nel modo più semplice e meno invadente possibile affinché ogni istante possa essere reso indimenticabile.

La mia pluriennale esperienza mi ha poi permesso di realizzare servizi in giro per l’Italia, arrivando anche in Germania, Caraibi e New York, quindi mi hanno dato la possibilità di misurarmi con culti e tradizioni diverse dalla nostra.

Cerco di raccontare ogni storia in modo semplice, naturale ed elegante, come la sento e la vivo.

Mi piace pensare che la mia storia sarà un ricordo per sempre nella vita di qualcuno. Adoro questo lavoro perché, in realtà, per me non è un lavoro e, come qualcuno dice: “Adora il tuo lavoro e non lavorerai mai un giorno della tua vita”.

This post is also available in: Inglese